24 07/19

Comunicati e atti eventi / Luglio 2019

Le nuove frontiere della cyber security: l’Ambasciatore Israeliano in Italia Ofer Sachs in visita a Confindustria Venezia Rovigo

In uno scenario sociale, economico e tecnologico sensibilmente mutato, la prevenzione del rischio informatico è strategica per le imprese. Il Presidente di Confindustria Venezia Rovigo Vincenzo Marinese ha incontrato oggi nella sede dell’Associazione, a Marghera, l’Ambasciatore di Israele in Italia Ofer Sachs. Al centro della visita, le nuove frontiere della cyber sicurezza, le soluzioni innovative proposte dalle tecnologie israeliane e le opportunità di collaborazione con le aziende venete nell’ambito della trasformazione digitale.

Una delegazione di operatori e studiosi attivi nel settore terziario avanzato ha partecipato, insieme all’Ambasciatore, al seminario "Trasformazione digitale (Cyber)rischi, casi studio e possibili soluzioni".

Sicurezza digitale: numero di attacchi in crescita nel 2018
Secondo il Rapporto 2019 sulla Sicurezza ICT in Italia del Clusit (Associazione Italiana per la Sicurezza Informatica), il trend individuato dal 2011 a oggi non lascia dubbi: nel 2018 gli attacchi con impatto significativo sono aumentati, a livello globale, del 38%. Più di quattro al giorno, considerando solo quelli gravi e conosciuti, causati principalmente dal cybercrime e finalizzati, per il 79%, ad ottenere denaro o sottrarre dati per monetizzare le informazioni. Preoccupante anche l’aumento dei casi di spionaggio cyber (+57%) a testimonianza di un crescente interesse dei criminali per queste attività. Solo nel 2018 risultano raccolti e analizzati nel Rapporto 1.552 attacchi gravi (+ 37,7% rispetto all’anno precedente), con una media di 129 attacchi gravi al mese (rispetto ad una media di 94 al mese nel 2017 e di 88 su 8 anni).

Il seminario "Trasformazione digitale (Cyber)rischi, casi studio e possibili soluzioni”
Dopo i saluti del Responsabile Direttivo del Nuovo Centro Estero delle Camere di Commercio del Veneto Fabrizio Alvisi, del Presidente di Confindustria Venezia Rovigo Vincenzo Marinese, del Presidente del Gruppo di lavoro Cyber security Paolo Armenio e del Questore di Venezia Maurizio Masciopinto, hanno preso la parola Michele Colajanni, Direttore Cyber Academy UniMoRe, Lior Tabansky, Head of research development al Blavatnik Interdisciplinary Cyber Studies Centre dell’Università di Tel Aviv, Alessandra Belardini, Dirigente Prima Divisione Compartimento della Polizia postale e delle Comunicazioni, Polizia di Stato. In seguito, sono intervenuti alcuni dei maggiori esperti israeliani in tema di sicurezza digitale: Roy Zur, C.E.O. di CYBINT, Yisrael Gross, Co Founder VP Business Dev. L7 DEFENSE, Kfir Kimhi, C.E.O. ITSMINE e Michal Erel, Product Manager CLAROTY.

Il seminario, ideato con il supporto del Nuovo Centro Estero Veneto e inserito nell’ambito delle progettualità finanziate dalla Regione del Veneto, vede la collaborazione della Camera di Commercio di Verona e di Promex.

La firma dell’accordo: Paolo Armenio di Procyber S.r.l. e Roy Zur di CYBINT insieme per la sicurezza digitale
Dalle numerose opportunità di approfondimento e di networking proposte da Confindustria Venezia Rovigo agli associati nasce la sottoscrizione di un importante accordo fra un imprenditore e un partner israeliano. In occasione dell’evento Paolo Armenio, C.E.O. Procyber S.r.l. ha firmato con Roy Zur, C.E.O. CYBINT un’intesa per la fruizione di corsi sulla cyber security. Da domani i percorsi formativi base e avanzati saranno disponibili in lingua italiana e inglese nel sito di Procyber, collegato alla piattaforma di CYBINT. La società israeliana, inoltre, mette a disposizione un modello di cyber simulation e cyber intelligence rivolto ad IT manager e a chiunque desideri approfondire le proprie conoscenze nell’ambito del rischio informatico.

L’attività della Sezione Terziario Avanzato e di Punto Confindustria
L’attività di Confindustria Venezia Rovigo in materia di cyber security è affidata a un gruppo specializzato della Sezione Terziario Avanzato. Il tema è stato affrontato, nel primo semestre 2018, in occasione del convegno “Cyber Security. Proteggersi nell’era digitale. Una faccenda che riguarda tutti, persone e aziende”, della trasmissione televisiva “L’impresa al centro” e della visita a Venezia di S.E. L’Ambasciatore O. Sachs, accompagnato dalla dott.ssa Gutman-Chen, ex Consigliere per gli Affari Commerciali del Ministero dell’Economia ed Industria Israeliano. In collaborazione con le Camere di Commercio di Venezia Rovigo e di Treviso – Belluno e con il Nuovo Centro Estero Veneto, l’Associazione ha organizzato la visita alla fiera HLS&Cyber svoltasi a Tel Aviv dal 12 al 15 novembre scorso.
Attraverso la società Punto Confindustria S.r.l., Confindustria Venezia Rovigo offre servizi innovativi per rispondere alle esigenze di sicurezza delle aziende e delle organizzazioni, pubbliche e private, valutando le prestazioni dei loro sistemi informatici e prevenendo possibili minacce.

Stiamo investendo molto nell’ambito della cyber security e della consulenza informatica, parte importante del terziario avanzato, settore in cui il fatturato aumenta di anno in anno – ha dichiarato il Presidente di Confindustria Venezia Rovigo Vincenzo Marinese –. Nel piano industriale che abbiamo elaborato, e che prevede l’istituzione di una Zona Economica Speciale, abbiamo identificato la sicurezza informatica come asset fondamentale per la crescita del nostro territorio. Vogliamo investire importanti risorse nei trasferimenti tecnologici. Uniamo, dunque, la nostra capacità produttiva all’eccellenza israeliana nell’ambito della cyber security, per proiettarci nel mercato europeo attraverso la contaminazione, l’aggregazione e la divulgazione di know-how”.

Siamo qui per lavorare insieme per la rivoluzione digitale, che riguarda ogni aspetto della nostra vita e comporta anche un grande rischio – ha dichiarato l’Ambasciatore di Israele in Italia Ofer Sachs –. Ma come accade per le maggiori rivoluzioni, il beneficio supera il rischio. Al giorno d’oggi, ogni azienda manifatturiera e di servizi necessita di tecnologie informatiche avanzate. È qui che cyber security ed ICT si incontrano. Israele svolge un’intensa attività nell’ambito della sicurezza digitale e rappresenta il centro di gravità in questo settore, intercettando quasi il 20 per cento degli investimenti mondiali. L’incontro di oggi rappresenta un’occasione importante per la crescita delle nostre relazioni e per la creazione di nuove opportunità di collaborazione”.

“Sono lieto che in Veneto si affronti il tema della cybersecurity perché è un dato di fatto che sia oramai una fase del processo aziendale per le imprese sempre più digitali o che sono nella fase di trasformazione digitale – dichiara il Presidente Unioncamere Veneto Mario Pozza -. Mi auguro che le imprese Venete colgano l’opportunità di approfondire il tema della sicurezza informatica in occasione della 28 Convention Mondiale delle Camere di Commercio Italiane all’estero che si terrà dal 26 al 29 Ottobre a Treviso, Venezia e Padova per incontrare gli esperti delle Camere di Commercio Italiane dei paesi più all’avanguardia informatica”.

Nella foto: il Presidente di Confindustria Venezia Rovigo Vincenzo Marinese con l’Ambasciatore di Israele in Italia Ofer Sachs

Nella foto: Roy Zur di CYBINT e Paolo Armenio di Procyber S.r.l.