Comunicati e atti eventi

 
Venezia, 10 Dicembre 2018

Oltre 500 ragazzi attesi sabato 15 dicembre al Job Rovigo, giornata dedicata all'orientamento

Sono oltre 500 gli studenti attesi al Job Rovigo, evento del progetto “Rol@b-Orienta: attori di scelte”, che avrà luogo sabato 15 dicembre dalle 9.00 alle 17.00 al Censer.

In tale occasione, gli studenti potranno approfondire l’offerta formativa delle varie scuole superiori e della formazione professionale del territorio di Rovigo e Provincia. Inoltre, parteciperanno all’iniziativa l’Università di Ferrara, di Padova e alcuni ITS, per l’orientamento post diploma. Workshop e conferenze animeranno la giornata, offrendo ai ragazzi una valida opportunità per scegliere consapevolmente in quale modo orientare il proprio futuro. Fra i temi proposti, il mercato del lavoro, la motivazione, la formazione professionale, lo storytelling, l’autoimprenditorialità. Previsti anche laboratori di robotica educativa, arte grafica e immagine, creatività e critica.

All’iniziativa saranno presenti, fra gli altri, Isabella Sgarbi, Dirigente dell’IIS “Viola-Marchesini” scuola capofila, Andrea Bergamo, dirigente dell’Ufficio d’Ambito Territoriale di Padova e Rovigo, Ivan Dall’Ara, Presidente della Provincia di Rovigo, Massimo Bergamin, Sindaco di Rovigo, Gian Michele Gambato, Vice Presidente di Confindustria Venezia Rovigo, Giovanni Boniolo, Presidente dell’Accademia dei Concordi di Rovigo ed ospiti attesi Elena Donazzan, Assessore regionale all'Istruzione, alla Formazione, al Lavoro e Pari Opportunità e Cristiano Corazzari, Assessore regionale a Territorio, Cultura e Sicurezza.

Sostenere i ragazzi nella difficile scelta della scuola secondaria di secondo grado, significa aiutarli a comprendere il loro talento, a conoscere i percorsi di studio delle singole scuole superiori e i prerequisiti necessari per affrontare un certo percorso, fornire gli strumenti per imparare a leggere le richieste di un mercato del lavoro in continuo cambiamento. Con questo ambizioso obiettivo è nato "Rol@b-Orienta: attori di scelte”, un modello di orientamento coordinato dalla scuola capofila IIS "Viola-Marchesini".

Il progetto, di respiro biennale, intende contribuire allo sviluppo di un modello integrato di servizi di orientamento in grado di garantire il diritto permanente alla persona nei processi di transizione tra scuola, formazione e lavoro. Inoltre, mira a ridurre i fenomeni di dispersione scolastica e formativa, promuovere l'occupazione attiva, favorire l'inclusione e la crescita economica e sociale del territorio, attraverso laboratori con attività di tutoring e peer education, incontri informativi con studenti e famiglie.

Destinatari del programma sono studenti e famiglie delle scuole secondarie di I grado, studenti delle scuole secondarie di II grado, comprese le scuole di Formazione Professionale, giovani che


hanno superato l’età dell’obbligo e non frequentano percorsi di istruzione e formazione, giovani disoccupati fino a 25 anni residenti in Veneto.

L’IIS “Viola-Marchesini” è ente capofila della rete per l’orientamento che comprende i seguenti istituti secondari di I e II grado e Ie FP della provincia di Rovigo: IIS“Viola-Marchesini” di Rovigo,
CPIA di Rovigo, ENAIP di Rovigo e Porto Viro, IC Adria 1, IC Costa di Rovigo, IC Fratta Polesine, IC Polesella, IC Porto Tolle, IC Porto Viro, IC Stienta, IC Trecenta, IC Villadose, IC Fiesso Umbertiano, IC Rovigo 1, IC Rovigo 2, IC Rovigo 3, IC Rovigo 4, IC Lendinara, IC Castelmassa, IC Badia Polesine, IIS “Munari” di Castelmassa, IIS “Colombo” di Adria, IIS “E. De Amicis” di Rovigo, IIS “Primo Levi” di Badia Polesine, Liceo Scientifico “P. Paleocapa” di Rovigo, Liceo “Celio-Roccati” di Rovigo. Gli ITS Meccatronico e Agroalimentare. Inoltre coinvolge CIFIR, ente di formazione di Confindustria Venezia Rovigo, IFOA, Polesine Lab, T2I, Umana, i Comuni di Villadose, Ceregnano e l’Università degli Studi di Padova e Ferrara.

Un plauso va senza dubbio alla Regione del Veneto, che attraverso un finanziamento mirato al Sostegno alle Attività delle Reti Territoriali per l’Orientamento dei Giovani, ha dato il via a 15 Reti Provinciali con il compito di attuare la delicata azione orientativa sia verso i giovani del primo ciclo e le loro famiglie, che del secondo ciclo. Quella del 15 dicembre è la prima azione di un più generale programma, che spero incontri il consenso dei veri attori del sistema, i nostri giovani e che vede coinvolte quasi tutte le scuole della Provincia di Rovigo che collaborano attivamente alle iniziative concordate” osserva Isabella Sgarbi, Dirigente Scolastico della scuola capofila di Rete, l’Istituto di Istruzione Superiore “Viola-Marchesini” di Rovigo.

“Aiutare ad orientare il futuro dei nostri giovani avendo la consapevolezza di quale è lo scenario produttivo e come lo stesso stia evolvendo e favorire l’incontro fra domanda e offerta di lavoro, sono gli obiettivi irrinunciabili a cui l’Associazione sta lavorando per garantire ai giovani e alle imprese di poter crescere insieme” il commento di Massimo Barbin, Direttore Territoriale di Rovigo, Confindustria Venezia Area Metropolitana di Venezia e Rovigo.

“Il ruolo degli istituti scolastici sta mutando: da centri di istruzione a motori di sviluppo territoriale attraverso una proficua interazione con le realtà economiche e associative del territorio” conclude Paola Mainardi, Responsabile Education di Confindustria Venezia Rovigo.