Comunicati e atti eventi

 
Venezia, 15 Marzo 2018

A QUARTO D’ALTINO RACCOLTI I FONDI PER RIACQUISTARE IL MATERIALE DIDATTICO SOTTRATTO ALLA RONCALLI

Si è conclusa con successo la raccolta fondi promossa dal Sindaco, Claudio Grosso, e dalla Giunta di Quarto d’Altino, a favore dell’Istituto Comprensivo Roncalli, vittima, lo scorso novembre, del furto di 43 tablet, 2 notebook, una TV a led e altro materiale, per un valore complessivo stimato attorno ai 16mila euro.

Il danno era stato ingente e la scuola da sola non poteva farcela: il Sindaco Grosso era quindi intervenuto a fianco di genitori e insegnanti, impegnando il Comune a fare una donazione e facendosi promotore di una raccolta fondi che ha coinvolto, oltre alle diverse realtà del territorio, anche Confindustria Venezia Area Metropolitana di Venezia e Rovigo che ha contribuito grazie alle donazioni di 33 imprese.

E’ stato lo stesso Sindaco Grosso, accompagnato dal VicePresidente di Confindustria Venezia Area Metropolitana di Venezia e Rovigo, Fabrizio Trevisiol, e dal Presidente del Consiglio d’Istituto, Fabio Rocchesso, a consegnare simbolicamente alla Dirigente scolastica, Mirella Topazio, la donazione, alla presenza di numerosi studenti, insegnanti, genitori, associazioni, aziende e imprenditori, e a una rappresentanza della Reyer Venezia, che ha contribuito anche grazie alla generosità dimostrata dai suoi tifosi in occasione di due partite delle coppe europee disputate lo scorso gennaio al palasport Taliercio.

Durante la cerimonia, sono state svelate due targhe, poste nell’atrio della scuola media a ricordo di come l’intera comunità ha saputo rispondere ad una brutto avvenimento con un esempio di generosità e solidarietà.

“Ero certo che la comunità avrebbe risposto generosamente al mio appello e così è stato: sono scesi in campo in tanti, genitori, associazioni, imprese –spiega il Sindaco, Claudio Grosso: tutto ciò ha reso possibile raccogliere fondi sufficienti non solo per riacquistare quanto sottratto dai ladri, ma anche per altri interventi a favore della scuola. Abbiamo già provveduto a sistemare l’allarme al primo piano e a estendere il sistema includendo tutto il piano terra, i corridoi e l’aula per gli esami. Ora la scuola è monitorata da un unico impianto che copre l’intero edificio con sistemi di sicurezza e antintrusione: a scuola “sorvegliata”, possiamo ora pensare di riacquistare quanto sottratto dai ladri; quanto resterà sarà utilizzato per altri interventi concordati con la scuola.”

“Sono davvero felice di rappresentare l’imprenditoria veneziana che ha saputo mostrarsi, anche in questa occasione, solidale e vicina al suo territorio. Il furto subito dalla scuola Roncalli ha rappresentato un fatto gravissimo, soprattutto perché danneggia la formazione dei nostri giovani. Per questo, Confindustria Venezia Rovigo e le sue aziende hanno voluto dare il loro contributo ed essere così vicini ai ragazzi, che rappresentano il nostro futuro e il nostro valore più prezioso, da proteggere e tutelare.” Ha dichiarato Vincenzo Marinese, Presidente di Confindustria Venezia Area Metropolitana di Venezia e Rovigo.