Comunicati e atti eventi

 
Venezia, 11 Dicembre 2015

Una vita per l'industria all'ing. Riccardo Bosio

Il Premio "Una vita per l'industria" (29^ edizione) è stato conferito oggi a Riccardo Bosio, ex dirigente Enimont e vicedirettore dello stabilimento petrolchimico di Porto Marghera. Il riconoscimento è stato consegnato dal Presidente di Confindustria Venezia, Matteo Zoppas.

Il premio, promosso in collaborazione con il Gruppo Imprenditori e Dirigenti seniores dell’Associazione e giunto alla 29esima edizione, viene attribuito ogni anno a un imprenditore o a un manager la cui attività e il cui impegno umano possono essere considerati testimonianza dei valori che il settore intende affermare come contributo al progresso della collettività.

Riccardo Bosio - biografia sintetica
Nato a Marcheno, Brescia, nel 1930, si laurea al Politecnico di Milano in Ingegneria Industriale Chimica. Inizia a lavorare alla Sicedison del Gruppo Edison nel 1958 dove, fin da subito, collabora all’avviamento dell’impianto di cracking della virgin nafta nello stabilimento di Mantova. Nel luglio del ’58 è trasferito a Porto Marghera. Qui, nel corso degli anni ’60, viene promosso a Capo Produzione responsabile dei cicli cloro-soda e derivati e serie acetica.
All’inizio degli anni ’70 l’azienda, dopo la fusione con Montecatini, diviene la Montedison. Anche grazie agli investimenti della società il Petrolchimico di Porto Marghera si consolida come il maggiore polo chimico italiano e uno dei più importanti in Europa e nel mondo.
Nel 1980 l’ing. Bosio è nominato responsabile della Programmazione dello Stabilimento.
Dal 1986 fino al 1991, anno del suo pensionamento, l’ing. Bosio ricopre il ruolo di Vicedirettore dello stabilimento petrolchimico con responsabilità diretta della programmazione della produzione, dei servizi ausiliari alla produzione e della logistica.
Riccardo Bosio è stato membro del Direttivo dell’Associazione Industriali veneziana e membro del Consiglio del lavoro del Porto di Venezia dal 1986 al 1991. Ha inoltre rappresentato l’Industria in alcune commissioni in Regione Veneto, nel Porto e nella Camera di Commercio di Venezia.
Ha ricoperto, infine, la carica di presidente del CPA – società di Confindustria Venezia attiva in ambito sicurezza e ambiente – dal 1991 al 1995.