Comunicati e atti eventi

 
Venezia, 3 Maggio 2016

‘Digital & Export Business School’, al via a Rovigo il master per intraprendere percorsi di crescita sui mercati globali e virtuali

Parte domani il percorso formativo Go International! pensato da UniCredit, in collaborazione con Camera di Commercio Venezia Rovigo Delta Lagunare, Confindustria Venezia – Area Metropolitana di Venezia e Rovigo e CNA, per gli imprenditori di Rovigo interessati a cogliere le opportunità derivanti da e-commerce ed export.

A fronte di un mercato, il web, in costante crescita, composto da 3 miliardi di potenziali consumatori, solo il 10% delle imprese del Nord Est ha a disposizione un servizio di e-commerce e addirittura 1 su 5 non ha un sito web aziendale. In ambito di internazionalizzazione invece è assodato come il ‘Made in Italy’, pur essendo un brand riconosciuto, non riesca ancora a sfruttare tutte le potenzialità, scontando, tra le altre criticità, il debole presidio dei mercati emergenti (solo in Cina e India, nel 2030, si concentrerà oltre il 40% dei consumi della middle class). A fronte di ciò, però, l’export a Rovigo e provincia cresce del 4,7% annuo e in Veneto del 5,3% si stima una crescita delle esportazioni a fine 2016 del +3,0 %.

L’insieme di questi dati globali e locali restituisce un quadro molto complesso, fatto di trend irreversibili e di grandi opportunità ma anche di potenzialità ancora inespresse e maggiore competizione. Per fare fronte a questo scenario in costante mutamento UniCredit, in collaborazione Camera di Commercio Venezia Rovigo Delta Lagunare, Confindustria Venezia – Area Metropolitana di Venezia e Rovigo e CNA, ha organizzato a Rovigo la prima ‘Digital & Export Business School – Go International!’ del Nord Est, un vero e proprio master dedicato agli imprenditori interessati a intraprendere nuovi percorsi di crescita sui mercati virtuali e internazionali.

Il percorso formativo, che si articolerà in tre giornate (4, 10 e 18 maggio), vedrà alternarsi alla docenza esperti della banca, docenti universitari, studi professionali qualificati e partner del calibro di Google, Facebook e Var Group. Tra le testimonianze e i case history presentati, da segnalare l’intervento di Cristina Mollis, già founder e CEO della start up Nuvò e ora Direttrice di H-Farm Industry.

I partecipanti, in rappresentanza di oltre 70 piccole e medie aziende del territorio, sia artigianali che industriali, operanti in diversi settori economici, dall’arredamento alla meccanica, dall’agroalimentare ai servizi, verranno intrattenuti su tematiche spazianti dagli strumenti digitali per l’analisi e la conquista di nuovi mercati alla tutela del marchio d’impresa ed alle ricadute sull’e-commerce. Nel corso degli incontri si approfondiranno inoltre le tematiche dai pagamenti, della fiscalità e del trade finance.

In allegato il comunicato stampa completo