Comunicati e atti eventi

 
Venezia, 19 Settembre 2018

I Bandi FEAMP dalla Regione Veneto per il sostegno del settore della Pesca. Scadenza presentazione domande 01/10/2018

Si avvicina il termine conclusivo di presentazione delle domande per i bandi in oggetto (DGR n. 973 del 06/07/2018), riguardanti interventi nel settore della pesca e dell'acquacoltura cofinanziati dal Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e la Pesca (FEAMP).

Con successiva delibera n. 1246 del 21/08/2048 la Regione Veneto ha ridefinito i termini di presentazione delle domande fissando la scadenza nel 01/10/2018 .

Ricordiamo che il FEAMP è il fondo per la politica marittima e della pesca dell'UE per il periodo 2014-2020 ed è uno dei cinque fondi strutturali e di investimento europei (fondi SIE) che si integrano a vicenda e mirano a promuovere una ripresa basata sulla crescita e l'occupazione in Europa.

Il fondo:

· sostiene i pescatori nella transizione verso una pesca sostenibile;
· aiuta le comunità costiere a diversificare le loro economie;
· finanzia i progetti che creano nuovi posti di lavoro e migliorano la qualità della vita nelle regioni costiere europee;
· agevola l'accesso ai finanziamenti.


Bandi pubblicati aperti:

Capo I “Sviluppo sostenibile della pesca”:

• Misura 1.26 – Innovazione – ai sensi dell’art. 26 del Reg. (UE) n. 508/2014. Creare nuovi prodotti ed ottimizzare i processi produttivi delle piccole e medie imprese ittiche;

• Misura 1.29 - Promozione del capitale umano, creazione di posti di lavoro e del dialogo sociale – ai sensi dell’art. 29 del Reg. (UE) n. 508/2014. Promuovere il capitale umano e accrescere la competitività e il rendimento economico della pesca e delle attività marittime attraverso i collegamenti in rete, il dialogo sociale e lo scambio di buone pratiche;

• Misura 1.30 - Diversificazione e nuove forme di reddito – ai sensi dell’art. 30 del Reg. (UE) n. 508/2014. Diversificazione del reddito dei pescatori tramite lo sviluppo di attività complementari, quali turismo, ristorazione e servizi ambientali legati alla pesca;

• Misura 1.31 - Sostegno all'avviamento per i giovani pescatori - ai sensi dell’art. 31 del Reg. (UE) n. 508/2014. Sviluppare nuove attività economiche nel settore della pesca ad opera di giovani pescatori;

• Misura 1.32 – Salute e sicurezza - ai sensi dell’art. 32 del Reg. (UE) n. 508/2014. Determinare migliori condizioni igieniche, di sicurezza e lavorative dei pescatori;

• Misura 1.38 – Limitazione dell’impatto della pesca sull’ambiente marino e adeguamento della pesca alla protezione delle specie - ai sensi dell’art. 38 del Reg. (UE) n. 508/2014. Tutelare l’ambiente ed a promuovere l’uso efficiente delle risorse attraverso, in particolare, l’eliminazione graduale dei rigetti a mare e la gestione sostenibile delle risorse biologiche marine;

• Misura 1.40 - Protezione e ripristino della biodiversità e degli ecosistemi marini e dei regimi di compensazione nell’ambito di attività di pesca sostenibili - ai sensi dell’art. 40 (par. 1, lett. a, b, c, d, e, f, g, ed i.) del Reg. (UE) n. 508/2014. Protezione e al ripristino della biodiversità degli ecosistemi marini;

• Misura 1.41 – Efficienza energetica e mitigazione dei cambiamenti climatici - ai sensi dell’art. 41 (par. 1, lett. a, b e c) del Reg. (UE) n. 508/2014;

• Misura 1.41 - Efficienza energetica e mitigazione dei cambiamenti climatici - ai sensi dell’art. 41, par. 2 del Reg. (UE) n. 508/2014. Mitigazione degli effetti dei cambiamenti climatici e miglioramento dell’efficienza energetica dei pescherecci che operano a mare, attraverso il sostegno per la sostituzione o l’ammodernamento di motori principali o ausiliari;

• Misura 1.42 - Valore aggiunto, qualità dei prodotti e utilizzo delle catture indesiderate - ai sensi dell’art. 42 del Reg. (UE) n. 508/2014. Migliorare la qualità del pesce catturato e il valore aggiunto del pescato;

• Misura 1.43 - Porti, luoghi di sbarco, sale per la vendita all’asta e ripari di pesca - ai sensi dell’art. 43 (par. 1 e 3) del Reg. (UE) n. 508/2014. Migliorare la qualità, il controllo e la tracciabilità dei prodotti ittici nonchè la sicurezza e le condizioni di lavoro dei pescatori;

• Misura 1.44 – Pesca nelle acque interne - Promozione del capitale umano, creazione di posti di lavoro e del dialogo sociale - ai sensi dell’art. 44 ( par. 1, lett. a, rif. art. 29) del Reg. (UE) n. 508/2014. Promozione del capitale umano per accrescere la competitività e il rendimento economico della pesca e delle attività delle acque interne;

• Misura 1.44 - Pesca nelle acque interne - Limitazione dell’impatto della pesca sull’ambiente e adeguamento della pesca alla protezione della specie - ai sensi dell’art. 44 ( par. 1, lett. c, rif. art. 38) del Reg. (UE) n. 508/2014. Ridurre l’impatto della pesca sull’ambiente delle acque interne, favorire l’eliminazione graduale dei rigetti e facilitare la transizione verso uno sfruttamento sostenibile delle risorse biologiche;

• Misura 1.44 - Pesca nelle acque interne - Innovazione connessa alla conservazione delle risorse biologiche - ai sensi dell’art. 44 (par. 1, lett. c, rif. art. 39) del Reg. (UE) n. 508/2014. Promuovere lo sviluppo di modelli innovativi volti alla gestione sostenibile delle risorse biologiche nelle acque interne e la coesistenza con i predatori protetti;

• Misura 1.44 - Pesca nelle acque interne e fauna e flora nelle acque interne/Efficienza energetica e mitigazione dei cambiamenti climatici - ai sensi dell’art. 44 (par. 1, lett. d) del Reg. (UE) n. 508/2014. Mitigare gli effetti dei cambiamenti climatici e migliorare l'efficienza energetica dei pescherecci che operano nelle acque interne;

• Misura 1.44 - Pesca nelle acque interne - Porti, luoghi di sbarco, sale per la vendita all’asta e ripari di pesca - ai sensi dell’art. 44 (par. 1 lett. f, rif. art. 43) del Reg. (UE) n. 508/2014. Sostenere investimenti volti a migliorare le infrastrutture preesistenti di porti, siti di sbarco e ripari di pesca utilizzati dai pescatori di professione che operano nelle acque interne;

• Misura 1.44 - Pesca nelle acque interne - Sostegno all'avviamento per i giovani pescatori - ai sensi dell’art. 44 (par. 2, rif. art. 31) del Reg. (UE) n. 508/2014. Creazione e allo sviluppo di nuove attività economiche nel settore della pesca nelle acque interne da parte di giovani pescatori;

• Misura 1.44 - Pesca nelle acque interne – Innovazione – ai sensi dell’art. 44 (par. 3, rif. art. 26) del Reg. (UE) n. 508/2014. Creare nuovi prodotti ed ottimizzare i processi produttivi delle imprese attraverso la cooperazione fra esperti scientifici e pescatori;

• Misura 1.44 - Pesca nelle acque interne - Diversificazione e nuove forme di reddito - ai sensi art. 44 (par. 4, art. 30) del Reg. (UE) n. 508/2014. Diversificazione del reddito dei pescatori dediti alla pesca nelle acque interne tramite lo sviluppo di attività complementari;

• Misura 1.44 - Pesca nelle acque interne - Gestione, ripristino e monitoraggio dei siti Natura 2000, recupero delle acque interne e costruzione, ammodernamento e installazione di elementi fissi o mobili per proteggere la fauna e la flora acquatiche - ai sensi art. 44 (par. 6) del Reg. (UE) n. 508/2014. Protezione e al ripristino della biodiversità degli ecosistemi nelle acque interne;

Capo II “Sviluppo sostenibile dell’acquacoltura”:

• Misura 2.47– Innovazione - ai sensi dell’art. 47 del Reg. (UE) n. 508/2014. Creare nuovi prodotti ed ottimizzare i processi produttivi delle imprese ittiche;

• Misura 2.48 - Investimenti produttivi destinati all’acquacoltura – ai sensi dell’art. 48 (par.1, lett. a, b, c, d, f, g, h.) del Reg. (UE) n. 508/2014. Ampliare le prospettive di sviluppo dell’acquacoltura;

• Misura 2.48 - Investimenti produttivi destinati all’acquacoltura – ai sensi dell’art. 48 (par. 1, lett. e, i, j) del Reg. (UE) n. 508/2014. Favorire iniziative destinate a ridurre l’impatto negativo dell’acquacoltura sull’ambiente e promuovere l’uso efficiente delle risorse;

• Misura 2.52 - Promozione di nuovi operatori dell’acquacoltura sostenibile – ai sensi dell’art. 52 del Reg. (UE) n. 508/2014. Favorire l’ingresso di nuovi operatori nelle attività di acquacoltura sostenibile.

L’importo complessivo a bando proposto dal provvedimento risulta pari ad Euro 21.229.160,00

Il dettaglio delle somme per ciascun Capo/Misura di intervento sono specificate nell’Allegato EE, parte integrante del presente provvedimento. 

Si allegano: 
Delibera n. 973 del 6 luglio 2018;
DGR n. 1246 del 21 agosto 2018 (Proroga termini presentazione domande);
Disposizioni generali Allegato A DGR 973 del 6 luglio 2018 – Parte A

Riferimenti: Segreteria Area Credito e Finanza - tel. 0425202230

Bando Regione Veneto