Comunicati e atti eventi

 
Venezia, 30 Aprile 2019

Voucher per formazione e consulenze su tecnologie 4.0 ed. 2019: bando CCIAA Venezia Rovigo, misura B, per singole imprese

La CCIAA Venezia Rovigo ha approvato un nuovo bando (1) che assegna voucher per massimo 10.000 euro per spese di formazione e/o consulenza su temi inerenti Industria 4.0. Dotazione di 249.000 euro. Sportello aperto fino al 15 luglio 2019.

Beneficiari

PMI di tutti i settori economici, con sede legale e/o unità locale (escluso magazzino o deposito) nella circoscrizione territoriale della CCIAA Venezia Rovigo, iscritte e attive al Registro Imprese della CCIAA,
- che non presentino nella propria compagine sociale e/o nei propri organi di amministrazione alcun soggetto in carica presso la Giunta della Camera di Commercio
- non in rapporto di fornitura con la CCIAA
- in regola con il pagamento del diritto annuale, con il Durc e le normative sulla salute e sicurezza sul lavoro.
Tali requisiti devono essere presenti dalla domanda alla liquidazione.

Dotazione

Stanziamento di 249.000 euro. 

Interventi 

Progetti per un importo minimo di 5.000 euro, in questi ambiti tecnologici:

1) Elenco 1: utilizzo di tecnologie previste dalla strategia Industria 4.0 (2), inclusa pianificazione e progettazione:
- Soluzioni per la manifattura avanzata
- Manifattura additiva
- Soluzioni tecnologiche per la navigazione immersiva, interattiva e partecipativa dell'ambiente reale e nell'ambiente reale (realtà aumentata, realtà virtuale, ricostruzioni 3D)
- Simulazione
- Integrazione verticale e orizzontale
- Industrial Internet e IoT
- Cloud
- Cybersicurezza e business continuity
- Big Data e Analytics
- soluzioni tecnologiche digitali di filiera finalizzate all’ottimizzazione della gestione della supply chain e della gestione delle relazioni con i diversi attori (es. sistemi che abilitano soluzioni di Drop Shipping, di “azzeramento di magazzino” e di “just in time”)
- software, piattaforme e applicazioni digitali per la gestione e il coordinamento della logistica con elevate caratteristiche di integrazione delle attività di servizio (comunicazione intra-impresa, impresa-campo con integrazione telematica dei dispositivi on- field e dei dispositivi mobili, rilevazione telematica di prestazioni e guasti dei dispositivi on-field; incluse attività connesse a sistemi informativi e gestionali - ad es. ERP, MES, PLM, SCM, CRM, etc.- e progettazione ed utilizzo di tecnologie di tracciamento (RFID, barcode, ecc).
2) Elenco 2: utilizzo di altre tecnologie digitali propedeutiche o complementari a quelle sopra indicate:
- sistemi di e-commerce
- sistemi di pagamento mobile e/o via Internet e fintech
- sistemi EDI, electronic data interchange
- geolocalizzazione
- tecnologie per l’in-store customer experience
- system integration applicata all’automazione dei processi.
Spese ammissibili

a) Servizi di consulenza e/o formazione relativi ad una o più tecnologie tra quelle previste, per almeno il 50% delle spese ammissibili; 
per la formazione occorre garantire la frequenza almeno al 80% del monte ore.

b) Beni e servizi strumentali, al massimo per il 50% delle spese ammissibili, funzionali all'acquisizione delle tecnologie abilitanti previste.
Esclusioni: certificazioni, interventi obbligatori per legge, trasporto vitto e alloggio, generali.

Decorrenza:
 dal 1 gennaio 2019 al 31 dicembre 2019.

Erogazione
: rendicontazione delle spese entro le ore 12.00 del 31 dicembre 2019, per almeno il 70% dell’investimento ammesso.

Fornitori: 
formazione e consulenza possono essere fruite presso:
· centri di ricerca e trasferimento tecnologico, competence center di cui al piano industria 4.0, parchi scientifici e tecnologici, centri per l’innovazione, tecnopoli, cluster tecnologici e altre strutture per il trasferimento tecnologico, accreditati o riconosciuti;
· incubatori certificati e incubatori regionali accreditati;
· FABLAB
· centri di trasferimento tecnologico su tematiche Industria 4.0;
· start-up innovative e PMI innovative;
· ulteriori fornitori a condizione che essi abbiano realizzato nell’ultimo triennio almeno tre attività per servizi di consulenza alle imprese nell’ambito delle tecnologie previste al punto 1.
· relativamente ai soli servizi di formazione, agenzie formative accreditate dalle Regioni, Università e Scuole di Alta formazione riconosciute dal MIUR, Istituti Tecnici Superiori.

Non sono previsti requisiti specifici per i fornitori di beni e servizi strumentali. 

I fornitori non possono essere altresì beneficiari dei contributi sulla stessa misura.

Agevolazione

Voucher di importo massimo di 10.000 euro fino ad un massimo del 70% delle spese ammissibili.

Premialità:
 se l’azienda è in possesso del rating di legalità è riconosciuto un ulteriore contributo di 250 euro e priorità in graduatoria.

Regime e cumulabilità: 
de minimis, prevista la cumulabilità nel rispetto dei regolamenti europei.

Presentazione delle domande

E’ prevista una sola domanda di voucher per impresa. La presentazione delle domande sulla presente misura B è alternativa alla misura A (aggregazioni).
E' possibile inviare le domande dalle ore 12:00 del 24 aprile alle ore 21:00 del 15 luglio 2019, con firma digitale tramite sportello "contributi alle imprese" di Webtelemaco. 
Obbligatorio allegare i preventivi di spesa.
Risorse assegnate secondo l’ordine cronologico di arrivo delle domande fino ad esaurimento della dotazione finanziaria e previa valutazione. I criteri di valutazione riguardano:
- attinenza dell'intervento alle tematiche industria 4.0
- appartenenza del fornitore alle categorie indicate
- coerenza dell'eventuale intervento formativo con le tecnologie previste.


NOTE:
(1) delibera Giunta Camerale n. 58 del 17/4/2019
(2) tecnologie di cui agli allegati A e B della legge n. 232 del 11 dicembre 2016

Per informazioni: Marika Gazzi mail: 
m.gazzi@puntoconfindustria.it tel. 0425.202242

CCIAA bandi

Webtelemaco