13 01/22

Comunicati stampa / Gennaio 2022

Edison entra in Hydrogen Park

Edison ha fatto il suo ingresso in Hydrogen Park. La società leader della transizione energetica nel Paese, tra i primari produttori nazionali di energia, è entrata nel Consorzio per l’idrogeno di Porto Marghera con il 9,732% delle quote.

Hydrogen Park è nato a Porto Marghera nel 2003 con lo scopo di realizzare sperimentazioni su scala industriale nel settore dell’idrogeno. L’esperienza maturata e l’integrazione delle infrastrutture esistenti permettono oggi al Consorzio di essere il primo punto di applicazione della strategia energetica europea basata sulla molecola verde.

“Un importante risultato per il nostro territorio – commenta il Presidente di Confindustria Venezia area metropolitana di Venezia e Rovigo Vincenzo Marinese –. La competenza di Edison nell’ambito delle rinnovabili permetterà di consolidare il primato dell’Hydrogen Valley di Porto Marghera, il distretto dell’idrogeno dell’area vasta metropolitana. L’ingresso di questo player strategico rappresenta un’ulteriore opportunità di sviluppo per il tessuto economico e sociale di Venezia, che tende sempre più alla riconversione industriale, alla sostenibilità ambientale ed energetica” commenta il Presidente di Confindustria Venezia area metropolitana di Venezia e Rovigo Vincenzo Marinese.

“Hydrogen Park applica nel nostro territorio la Strategia Europea per l’Idrogeno, che intende favorire la transizione verde del patrimonio industriale. L’ingresso di Edison nel Consorzio imprime un’accelerazione a questo processo. In particolare, assicura quantitativi di rinnovabili potenzialmente illimitati per produrre idrogeno verde, che è fondamentale per garantire l’approvvigionamento dei distretti industriali altamente energivori. È per tali ragioni che accolgo con soddisfazione la volontà di Edison di integrarsi nella progettualità di Hydrogen Park per il Nordest” afferma il Presidente di Hydrogen Park Andrea Bos.

Siamo lieti di aderire ad Hydrogen Park, portando le nostre competenze di operatore energetico impegnato nella transizione energetica del Paese al servizio di un distretto, quello di Marghera Levante, che ci vede da sempre protagonisti –dichiara Giovanni Brianza Executive Vice President Servizi Energetici e Ambientali di Edison -. L’idrogeno avrà un ruolo fondamentale per raggiungere gli obiettivi di decarbonizzazione e Marghera Levante, dove la società sta portando avanti importanti investimenti per la realizzazione del termoelettrico più efficiente d’Europa, si candida ad essere sempre più un centro di sperimentazione e innovazione in Italia per l’impiego di queste tecnologie”.

***

Il consorzio Hydrogen Park è stato costituito il 15 luglio 2003. Nell’aprile 2005 è stato trasformato in Società Consortile S.c.a.r.l. Oggi è una realtà consolidata, che annovera tra i propri soci: Confindustria Venezia Area Metropolitana di Venezia e Rovigo, Eni, Sapio, Decal, Berengo, Edison. La prima fase dell’attività di Hydrogen Park (2005-2010) è stata orientata all’innovazione e allo sviluppo nel settore delle applicazioni stazionarie dell’idrogeno. Uno dei progetti di maggiore rilevanza ha permesso la realizzazione di un impianto per la produzione di energia elettrica da 16 megawatt interamente alimentato con tale fonte. All’interno del sito della centrale termoelettrica a carbone Andrea Palladio di Fusina è stato dunque realizzato un primo esempio di riconversione industriale secondo i principi dell’economia circolare. Dal 2010, le attività di ricerca e innovazione legate agli utilizzi dell’idrogeno hanno iniziato a ricevere notevole impulso in Europa. Si è sviluppato un crescente interesse non tanto per gli impieghi legati alla generazione di energia, quanto per quelli relativi alla mobilità. È stato, pertanto, concepito e condiviso con la Regione Veneto un progetto per la realizzazione di un vaporetto a fuel cell alimentate a idrogeno. Denominato HEPIC (Hydrogen Electric Passenger venICe boat), ha raccolto l’interesse di Alilaguna e di alcuni partner. Dopo un impegnativo lavoro di sperimentazione e di messa a punto, si è concluso nel mese di dicembre 2016 con il varo dell’imbarcazione.

Edison ha un forte legame con il Veneto e partecipa attivamente alla vita economica e sociale della regione. È presente sul territorio attraverso tutte le principali attività, dalla generazione di elettricità fino alla vendita finale di luce e gas e servizi energetici e ambientali. Attualmente la società è impegnata nella realizzazione dell’impianto termoelettrico più efficiente d’Europa attraverso l’ammodernamento della Centrale di Marghera Levante. Vende energia elettrica e gas a 116.000 clienti tra famiglie, professionisti e clienti business ed è presente sul territorio con 22 Contact Point. Edison inoltre fornisce servizi per la gestione sostenibile delle risorse energetiche e ambientali di imprese, terziario e Pubblica Amministrazione (ospedali, strutture sanitarie, scuole e case popolari). Supporta le imprese nell’autoproduzione di energia, progettando e realizzando impianti fotovoltaici, sistemi per l’accumulo energetico e impianti di cogenerazione e trigenerazione. Sul fronte della mobilità sostenibile, fornisce soluzioni smart di elettrico e garantisce l’approvvigionamento di metano e GNL (Gas Naturale Liquefatto) per auto e tir, contribuendo alla riduzione delle emissioni inquinanti.


Allegati: