07 12/22

Comunicati stampa / Dicembre 2022

Formazione, al via il terzo biennio dell’ITS Marco Polo. Armenio: “Risultato di un grande gioco di squadra”

Rovigo, 7 dicembre 2022 – Al via il terzo biennio del corso per Logistics Manager dell’ITS Marco Polo, che vede l’Associazione degli Industriali tra i soci fondatori. “Il territorio di Rovigo crede nella formazione di figure specialistiche. Lo dimostra il lavoro di squadra compiuto insieme alla Regione del Veneto che ha creduto fino in fondo in questo progetto, ai Sindaci, alle Organizzazioni Sindacali, al CUR, ai Dirigenti Scolastici, ai Centri per l’impiego” il commento di Paolo Armenio Vicepresidente di Confindustria Venezia Rovigo.

La Fondazione ITS Marco Polo propone percorsi biennali altamente professionalizzanti a Venezia, Rovigo, Treviso, Mirano e San Donà di Piave. L’offerta formativa si basa sul costante dialogo con il mondo dell’impresa, per fornire risposte rapide e adeguate ad un mercato che sempre più necessita di figure tecniche specializzate. È questo aspetto, assieme alla qualità della docenza, a determinare una percentuale di placement superiore al 90% al termine del percorso di studi.

Il corso per Logistics Manager (Tecnico Superiore per la gestione dei trasporti e della logistica), in coordinamento e partnership con Confindustria Venezia Rovigo e con il CUR (Consorzio Università Rovigo), vede quest’anno 20 iscritti dai 20 ai 37 anni. Le lezioni si svolgono all’interno dell’I.I.S. De Amicis e si articolano in due semestri l’anno. Alle 500 ore in aula, per la maggior parte gestite da formatori esperti del settore e testimonial aziendali, si affianca un monte ore analogo di tirocinio nelle realtà del territorio. Le competenze professionali acquisite sono spendibili all’interno di imprese di produzione e distribuzione nell’ambito dell’organizzazione logistica della supply chain. Gli studenti possono inoltre trovare inoltre impiego come operatori logistici conto terzi.

I percorsi ITS Marco Polo Academy sono finanziati dal Fondo per lo sviluppo e la coesione, dal Ministero dell’Istruzione e dalla Regione del Veneto.

“Gli ITS lanciano al sistema educativo italiano la sfida culturale di una maggiore apertura al mondo del lavoro – sottolinea il Vicepresidente di Confindustria Venezia Area Metropolitana di Venezia e Rovigo Paolo Armenio –. Le aziende, d’altra parte, presentano una capacità formativa che può essere complementare ai processi di istruzione. Per tali ragioni, i percorsi ITS rappresentano un’assicurazione sul futuro professionale dei nostri giovani. Il segreto del loro successo sta nella capacità di progettare ed erogare corsi costruiti attorno ai reali fabbisogni delle imprese, riducendo così la piaga del mismatch tra domanda e offerta di lavoro”.

Siamo molto soddisfatti di inaugurare questo terzo, nuovo biennio del percorso per Logistics Manager a Rovigo – dichiara Damaso Zanardo, Presidente dell’ITS Marco Polo –. Il Polesine è un territorio nel quale la domanda di figure specializzate nel comparto della logistica è estremamente importante, e i percorsi come il nostro rappresentano la risposta alle esigenze delle imprese e del mondo produttivo di inserire giovani già formati nel ruolo specifico. Colgo l’occasione per ringraziare Confindustria Venezia Rovigo, nostro partner di riferimento, ma anche la Regione Veneto, il CUR, le autorità locali, le associazioni di categoria e i dirigenti scolastici per il continuo supporto”.

Gli ITS sono Istituti Tecnici Superiori (post diploma) impegnati a realizzare percorsi in settori tecnologici d’avanguardia. Si collocano al quinto livello Eqf (European qualification framework) se biennali o al sesto se triennali. Rappresentano pertanto una proposta alternativa all’Università a vantaggio di neodiplomati, neolaureati, disoccupati e delle imprese locali, che sempre più sono interessate al reclutamento di figure tecniche altamente specializzate. Nonostante un tasso di occupazione dell’80% mantenuto anche negli anni della pandemia, gli ITS in Italia vantano appena 19mila frequentanti, contro gli 1,7 milioni di iscritti agli Atenei.


Allegati: