13 12/19

Cambia il lavoro con la “flat tax” sulle partite IVA?

Le aperture di partite IVA in regime forfettario sono in rapida crescita da inizio 2019: 220mila nuove attivazioni nei primi 9 mesi dell’anno, con un incremento del 36,5% rispetto all’anno procedente (+104mila solo nel 1° trimestre). "Fin qui tutto da copione, dato l’ampliamento del regime agevolato ai lavoratori autonomi e agli imprenditori individuali aventi compensi o ricavi non superiori a 65.000 euro (la cosiddetta flat tax) operato dalla scorsa Legge di bilancio – spiega il Centro Studi di Confindustria nell’ultima infografica -. Ma cosa riflette il boom di partite IVA? Emersione di redditi o compensi occulti? Nascita di nuovi lavori (o doppi lavori)? Oppure sostituzione di lavoratori dipendenti con lavoratori autonomi? Difficile ad oggi dare una risposta esaustiva a queste domande – prosegue il CSC -. Riguardo all’ultima, i dati ISTAT sugli stock aggregati di occupazione non danno indicazione che sia in atto una ricomposizione verso il lavoro autonomo: anzi, i lavoratori dipendenti hanno continuato a crescere (+217mila in ottobre da inizio anno, +1,2%), mentre quelli indipendenti (in cui ricadono le partite IVA in regime forfettario, seppur rappresentandone una piccola quota) sono in lieve calo (-17mila unità, -0,3%)".