27 11/20

Casa Vinicola Canella: work in progress del nuovo museo d’impresa

I musei d’impresa sono luoghi di cultura, turismo e vetrine virtuali per la brand identity. Se coinvolgono, nel territorio, più aziende dello stesso settore, contribuiscono alla definizione di una heritage identity.

È questo l’obiettivo del progetto Piave Heritage, cui aderisce Casa Vinicola Canella, finanziato dalla Regione del Veneto con il Bando “Il lavoro si racconta. Botteghe ed atelier aziendali. Itinerari di scoperta dei patrimoni d’impresa”. L’iniziativa supporta le imprese con una lunga tradizione manifatturiera nel racconto della propria storia, in chiave esperienziale e turistica. Il progetto, presentato in partenership con Forcoop Cora, agenzia di formazione accreditata con la Regione del Veneto, vede coinvolte altre tre imprese del territorio, appartenenti alla filiera wine&food.

Pur operando su mercati globali, Casa Vinicola Canella mantiene un forte legame con la città di San Donà di Piave ed i suoi abitanti. In questo contesto, acquisisce una straordinaria valenza culturale e sociale l’apertura di un luogo che custodisca le bottiglie dalle etichette storiche, i memorabiliadelle promozioni degli anni Cinquanta e Sessanta, le foto di star del cinema.

“Mio padre ha custodito numerosi cimeli che raccontano la storia della nostra famiglia – racconta Lorenzo Canella, Amministratore Delegato della Casa Vinicola -. Questi oggetti saranno messi a disposizione dei visitatori nello spazio museale cui stiamo dando vita. Un’opportunità per i cittadini sandonatesi e per i turisti che frequentano le nostre spiagge”. (V.M.)


Nella foto: Vittorio Gassman brinda con Canella negli anni ’50 a Venezia


Da sinistra: Patrizia Loiola, curatrice del progetto, con i rappresentanti delle aziende aderenti.