16 07/21

Da Smurfit Kappa Italia il conetto che salva l’ambiente

Nella foto: il Conetto Alì.

Essere turisti responsabili, andare in vacanza godendo delle splendide spiagge italiane con un occhio di riguardo verso l’ambiente. Come? Con un piccolo cono di carta. L’idea è nata dal Gruppo Alì, la catena di supermercati con 115 punti vendita in Veneto ed Emilia Romagna, ed è stata realizzata da Smurfit Kappa Italia in collaborazione con il team creativo dell’agenzia Glow Worm di Padova.

A partire dal mese di luglio e per tutta la stagione estiva, Alì offrirà gratuitamente ai turisti dei lidi Comacchiesi e del Delta del Po attraverso la fondamentale collaborazione delle amministrazioni locali e dei titolari degli stabilimenti balneari che hanno aderito al progetto, un conetto in cartoncino utile per la raccolta dei piccoli rifiuti che si producono sotto l’ombrellone, come il mozzicone di sigaretta, lo stecco del gelato, il torso di mela. L’obiettivo della campagna “Conetto Alì” è dare un contributo concreto per liberare le spiagge dai piccoli rifiuti e dai mozziconi, invitando i bagnanti ad osservare un comportamento eco-responsabile.

Il progetto, realizzato con entusiasmo nel plant Smurfit Kappa Italia di Orsenigo (Como), rientra nell’iniziativa Better Planet Packaging lanciata due anni fa con l’intento di contribuire attraverso il packaging a tenere più pulito il nostro pianeta. I coni in cartoncino e i display che li contengono in cartone ondulato, sono 100% sostenibili, biodegradabili e smaltibili nel circuito della carta. Il conetto è facilmente ripiegabile per tenere poco posto negli zaini e nelle borse o anche all’interno delle tasche del costume; quando si apre permette di contenere una quantità di piccoli rifiuti che può comunque fare la differenza se tutti i turisti aderissero all’iniziativa. Anche la stampa è “green” grazie all’uso di inchiostri a base vegetale con vernice all’acqua. Realizzati in centinaia di migliaia di pezzi, sono destinati agli stabilimenti balneari dei lidi di Comacchio, Porto Viro, Porto Tolle e Rosolina. Qui possono essere ritirati la mattina e, a fine giornata, dovranno essere smaltiti nel contenitore del secco presente in spiaggia.

“Siamo onorati di essere stati scelti da Alì per questa operazione – commenta Gianluca Castellini CEO di Smurfit Kappa Italia – perché condividiamo gli stessi valori, la stessa idea di azienda responsabile non solo impegnata nel proprio business ma attenta alla tutela dell’ambiente e alla necessità di sensibilizzare le persone verso comportamenti corretti, anche con iniziative simpatiche come questa”.

Smurfit Kappa, società quotata al London Stock Exchange e parte del FTSE100, conta 46.000 dipendenti, oltre 350 stabilimenti dislocati in 35 paesi nel mondo e presenta un fatturato di 8,5 miliardi di euro nel 2020. In Italia opera con 26 stabilimenti, tra i quali quello di San Martino di Venezze (Rovigo).