10 07/20

Punto Confindustria, focus servizi

Fondimpresa finanzia percorsi di orientamento / qualificazione / riqualificazione per aziende in crisi e per aziende alla ricerca di profili professionali di difficile reperimento.

Le attività formative sono perciò rivolte sia ad occupati (anche in CIG) che a disoccupati / inoccupati.

L’Avviso 3/2019 si propone di sostenere la crescita professionale dei lavoratori di aziende che attraversano una fase di crisi e riduzione di organico oppure di formare lavoratori allo scopo di assumerli.

Le aziende beneficiarie devono essere aderenti al Fondo ed essere in possesso delle credenziale di accesso all’area riservata alla data di presentazione della domanda.

Le domande di finanziamento per la formazione potranno essere presentate dal 24 febbraio 2020 al 31 dicembre 2020.

Si tratta di un finanziamento, per quanto riguarda la formazione dei lavoratori di imprese che affrontano crisi occupazionali, riservato alle aziende operanti in aree di crisi complesse e non complesse (Legge 181/89).

Aree di crisi industriale complessa: l’intero territorio del Comune di Venezia (Decreto del Ministro dello Sviluppo Economico dell’8 marzo 2017).

Aree di crisi industriale non complessa (Decreto Direttoriale del 19 dicembre 2016):
Comuni SLL Monselice: Agna, Anguillara Veneta, Arquà Petrarca, Bagnoli Di Sopra, Baone, Carceri, Cinto Euganeo, Este, Granze, Monselice, Ospedaletto Euganeo, Pernumia, Ponso, Pozzonovo, San Pietro Viminario, Sant’Elena, Sant’Urbano, Solesino, Stanghella, Tribano, Vescovana, Vighizzolo D’este, Villa Estense.
Comuni SLL Montagnana: Casale Di Scodosia, Megliadino San Fidenzio, Megliadino San Vitale, Merlara, Montagnana, Saletto, Santa Margherita D’Adige, Urbana.
Comuni SLL San Donà di Piave: Ceggia, Cessalto, Fossalta Di Piave, Meolo, Musile Di Piave, Noventa Di Piave, San Donà Di Piave, Torre Di Mosto, Zenson Di Piave.
Comuni SLL Portogruaro: Annone Veneto, Fossalta di Portogruaro, Gruaro, Pramaggiore, Teglio Veneto.
Comuni SLL Venezia: Murano, Sant’Erasmo.

Il Piano formativo può realizzarsi a livello aziendale o interaziendale nella medesima regione, e può realizzarsi in più regioni solo nel caso di imprese multi-localizzate.
Regime di aiuti: il contributo si configura come
Aiuto di Stato (Regolamento UE 1407/2013 de minimis o Regolamento UE 651/2014).

Visualizza la scheda riepilogativa del progetto formativo finalizzato a:
qualificazione/riqualificazione dei lavoratori di aziende che presentano tensioni occupazionali
assunzione di figure professionali con profili di difficile reperimento

Ricordiamo inoltre che è sempre possibile finanziare la formazione dei dipendenti in cassa integrazione attraverso il conto formativo, presentando un piano formativo "Aziendale con ammortizzatori" utilizzando il proprio accantonato aziendale.
In questo caso la quota di cofinanziamento a carico dell’azienda non è dovuta.


Per saperne di più:

Sede di Venezia,
Stefania Mancini, T. 041.5499142, M. 329.0508816, s.mancini@puntoconfindustria.it

Sede di Rovigo,
Nicoletta Casalicchio, T. 0425.202234, M. 340.5719932, n.casalicchio@puntoconfindustria.it
Paola Munari, T. 0425.202228, M. 335.7214867, p.munari@puntoconfindustria.it