11 12/20

Punto Confindustria, focus servizi: Sportello Energia

Il tema energetico nelle aziende è centrale per molti fattori:

    Economico, spesso è uno dei primi costi per le aziende;
    Ecologico, la sostenibilità ambientale è ormai un valore universalmente riconosciuto e l’impiego efficiente di energia coinvolge anche la responsabilità delle imprese;
    Prestazionale, in quanto problemi di qualità o di approvvigionamento delle fonti energetiche generano a cascata problemi sulla produzione;
    Sicurezza, l’impiego di fonti energetiche presenta sempre dei rischi che devono essere gestiti con la massima attenzione per salvaguardare la sicurezza di persone e beni;
    Investimenti, in quanto gli investimenti aziendali hanno quasi sempre un impatto energetico.

Punto Confindustria, in modo indipendente e imparziale rispetto al mondo della fornitura, offre un servizio di consulenza energetica relativo a:

Aumento di potenza di energia elettrica: valutazione dell’opportunità di un aumento di potenza o di passaggio da bassa tensione a media tensione a causa della mancanza di disponibilità da parte del distributore a concedere maggior potenza. Spesso la potenza impegnata è maggiore di quella disponibile contrattualmente e l’azienda viene esposta ad un adeguamento coercitivo del contratto con costi ingenti. Dopo un’analisi delle curve orarie di consumo, Punto Confindustria è in grado di indicare cosa è più opportuno fare e molto spesso non fare.

Esenzione delle accise dell’energia elettrica e del gas per usi specifici: le aziende che impiegano processi di riduzione chimica, processi elettrolitici, metallurgici o mineralogici, pur non appartenendo direttamente a queste categorie per il loro codice ATECO, possono chiedere l’esenzione delle accise per gli usi specifici. Punto Confindustria fa una valutazione di convenienza ed eventualmente istruisce la pratica all’agenzia delle dogane.

Iscrizione all’elenco delle aziende energivore: le aziende con un consumo medio negli ultimi tre anni maggiore di 1 GWh e dotate di un codice ATECO tra quelli previsti dalla normativa, possono ottenere l’iscrizione all’elenco delle aziende energivore e conseguire rilevanti risparmi sugli oneri di sistema della bolletta elettrica. La procedura di valutazione preliminare è piuttosto complessa e alcune aziende desistono da verificare questa opportunità. Punto Confindustria può effettuare la verifica preliminare ed eventualmente seguire l’istruttoria volta all’ottenimento delle agevolazioni.

Analisi degli investimenti in efficienza energetica ante e post intervento: gli investimenti in efficienza energetica non sempre sono redditizi come nelle previsioni, rischiando di assorbire risorse invece di generarle. Punto Confindustria offre una consulenza mirata in base alla tecnologia impiegata (es. fotovoltaico, cogenerazione, trigenerazione etc.), considerando le specificità dell’ambito produttivo e la redditività dell’investimento.

Valutazione dei costi di approvvigionamento energetico: in alcuni casi le modalità contrattuali non sono ottimizzate sui profili di consumo dell’azienda e comportano tariffe penalizzanti. Punto Confindustria valuta le opportunità di miglioramento delle tariffe applicate con la revisione dei contratti di fornitura energetica.

Diagnosi energetiche ai fini del D.lgs. 102/2014: la Diagnosi Energetica è lo strumento principale per fare efficienza energetica oltre ad essere un documento obbligatorio per le aziende energivore e le grandi imprese o in altri casi.
Punto Confindustria redige la Diagnosi Energetica conforme al D.lgs. 102/2014.

Consulenze per ottenimento certificazione ISO 50001: la norma consiste in un sistema di gestione dell’energia che permette di ottenere un controllo incisivo sui consumi energetici. Punto Confindustria offre supporto all’implementazione dello schema di certificazione.

Sede di Venezia
Stefania Mancini, T. 041.5499142, M. 329.0508816, s.mancini@puntoconfindustria.it

Sede di Rovigo
Nicoletta Casalicchio, T. 0425.202234, M. 340.5719932, n.casalicchio@puntoconfindustria.it
Paola Munari, T. 0425.202228, M. 335.7214867, p.munari@puntoconfindustria.it