08 01/21

Turismo, appello degli Industriali al Ministro Franceschini: “Necessario un intervento per le città d’arte”

Il Governo dedichi maggiore attenzione e supporto alle città d’arte. È questo l’appello che il Presidente della Sezione Turismo di Confindustria Venezia Salvatore Pisani e i suoi omologhi di Confindustria Firenze e Unione Industriali Napoli, Stefano Rosselli e Giancarlo Carriero, hanno rivolto al Ministro per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo Dario Franceschini.

La profonda crisi che, a seguito della pandemia, ha colpito le città d’arte evidenzia quanto esse siano strategiche per l’economia e il benessere di ampi territori. La filiera lunga del turismo, d’altra parte, non comprende soltanto le strutture ricettive e la ristorazione, ma anche i trasporti, la croceristica, la cultura, l’artigianato, il comparto congressuale, l’agroalimentare, i grandi eventi e i servizi.

Da qui la necessità di un sistema di ristori ad hoc, per consentire alle città d’arte di affrontare l’emergenza e di un fondo per la ripartenza, che dovrà essere all’insegna della sostenibilità. Centrale anche il tema della riqualificazione dell’offerta: in questo senso Salvatore Pisani, Stefano Rosselli e Giancarlo Carriero hanno chiesto al Ministro Franceschini un intervento decisivo per il contenimento delle locazioni turistiche. Hanno sollecitato, infine, politiche in grado di favorire la residenzialità e l’avvio di progetti di digitalizzazione delle città d’arte.

“La strategia per la ripartenza del nostro settore dichiara il Presidente della Sezione Turismo di Confindustria Venezia Salvatore Pisanipassa innanzitutto attraverso una riqualificazione dei centri storici, che ponga particolare attenzione non soltanto agli aspetti economici ma anche alla sicurezza e al valore dell’offerta. Trasformiamo, dunque, la complessa fase che stiamo vivendo in un’opportunità e creiamo i presupposti per poter attrarre un turismo sempre più attento alle bellezze che tutto il mondo ci invidia.